SALAMINO di BUFALA - per Pizza DOC Margherita -
prodotti    SCHEDA TECNICA n. 16    successivo
Salamino di Bufala

TIPOLOGIA        -  Formaggio fresco a pasta filata.
INGREDIENTI   -  Latte di Bufala
CARATTERISTICHE
Forma: Di forma cilindrica, dal peso che si aggira sugli 800 g., è del tutto identico per composizione e tecnica di lavorazione alla Mozzarella di Bufala Campana Dop, dalla quale si differenzia per la lavorazione molto pių asciutta e meno umida, che č stata ideata apposta per permetterne l'uso sulla pizza Margherita.
Aspetto esterno di colore bianco porcellanato, crosta sottilissima di circa un millimetro con superficie liscia, mai viscida nè scagliata. Struttura a foglie sottili, leggermente elastico nelle prime otto - dieci ore dalla produzione, successivamente tendenza a divenire più fondente; privo di occhiature ed assenza di conservanti, inibenti e coloranti: al taglio presenza di scolatura in forma di lieve sierosità biancastra grassa dal profumo di fermenti lattici. Dello stesso prodotto esiste la versione AFFUMICATA, ottenuta con metodologia naturale.
GRASSO sulla sostanza secca Non inferiore al 52%.
UMIDITA' massima: 65%
Composizione chimica e valore energetico in 100 grammi di prodotto
Acqua 56 g., Proteine 18 g., Grassi(lipidi) 21 g., Glucidi 4,6 g., Ferro 0,2 mg., Calcio 403 mg., Fosforo 240 mg., Valore Energetico 250 Kcal.
SCADENZA
Viene indicata sulla confezione con la dicitura DA CONSUMARSI ENTRO IL. Di solito non si superano i 10 giorni dalla produzione.
Modalità di conservazione conservare dai +4° C. ai +10° C.
Modalità di consumazione consumare dai +15° C. ai +18° C.
Il salamino di Bufala, che appartiene al formaggio DOP Mozzarella di Bufala Campana, è stato messo in produzione dalla nostra azienda, per accontentare quei pizzaioli, che per tradizione e cultura, usano da sempre la mozzarella bufala, per farcire la pizza Margherita.
Lo stesso è molto apprezzato da alcuni ristoratori che, secondo antiche ricette, lo propongono tagliato a fette, alla pizzaiola con pomodorini e basilico.
CURIOSITA':
L'origine della pizza Margherita, secondo la leggenda, si fa risalire alla permanenza a Napoli, nella Reggia di Capodimonte, della regina Margherita di Savoia nel giugno del 1889. In quella occasione il pizzaiolo Raffaele Esposito, chiamato a corte creò per la regina una variante della pizza Marinara, a cui diede il nome di pizza Margherita. All'impasto tradizionale unì i pomodori di San Marzano, il basilico e la Mozzarella di Bufala.

Come contattarci

precedente Pagina principale successivo